Antispam WordPress con i migliori plugin per combattere lo spam

La questione dello spam per un sito web, ma soprattutto per un blog, è davvero una cosa molto seria, specialmente quando si da l’opportunità di commentare i nostri articoli, proponendo a fine pagina dei form: gli spider malevoli, vanno alla caccia di questi cambi e iniziano ad ingnettare commenti artificiosi e con il solo scopo di rivere migliaia e migliaia di link per aumentare la link popularity di un loro sito. Vi spiego alcune tecniche antispam WordPress, per salvaguardarci da queste aggressioni ed evitare penalizzazioni da parte di Google, visto che questo CMS dà molte opportunità attraverso i suoi plugin gratis.

Antispam WordPress con i migliori plugin

 

Esistono plugin automatici, ovvero che non richiedono azioni del commentatore ma che riconoscono se un commento è bene o male intenzionato, oppure plugin che adottano il metodo “captcha“, ovvero l’inserimento di un codice.

Migliori plugin Antispam WordPress con captcha:

  • Captcha : questo plugin aggiunge un codice di controllo, denominato captcha, da far riempire all’utente per verificare che si tratti di un “umano” anzichè un sistema automatico artificiale. Io uso questo sistema nel mio blog e vi assicuro che non ho più avuto commenti spam da eliminare o gestire. Davvero ottimo!
  • WP-reCAPTCHA : plugin che introduce una captcha molto famosa che avrete trovato molto spesso nei vari blog: si chiama reCAPTCHA, codice scritto, alfanumerico, che ha adottato Google stassa per aiutare a combattere lo spam, imponendo uno stop a chiunque non riesca ad inserire correttamente le varie lettere e numeri.
  • SI CAPTCHA Anti-Spam : un’ottima alternatica a WP-reCAPTCHA, con il medesimo funzionamento ma con un codice esteticamente diverso, a cui si possono impostare 3 diversi gradi di complessità (e di facilità di lettura). Molto più intuitivo e semplice da riconoscere ma di conseguenza è anche un po’ più debole contro gli attacchi spam.

Migliori plugin Antispam WordPress automatici:

  • Spam free WordPress : plugin automatico che non fa uso del codice di sicurezza da aggiungere sotto i campi da riempire dei form per i contatti o per i commenti.
  • Disqus Comment System : plugin contro lo spam che implementa un sistema legato ai social network più utilizzati per effettuare i commenti. Al navigatore del blog, quando vuole commentare un articolo, verrà richiesto di effettuare il login all’account di uno dei social network per poter verificare la “fisiscità”.
  • Akismet : estensione di plugin che trovate molto spesso incluso nell’installazione di WordPress, che è diventato famoso per la sua “infallibilità”. Richiede, come quasi sempre per questa tipologia di plugin, una registrazione al servizio, gratuita per gli utenti personali e a pagamento per le aziende.

Come per Joomla o WordPress, anche per gli altri CMS esistono varie risorse che permettono di contrastare lo spam e vi sollecito a dotare il vostro sito o blog di un metodo analogo a quelli citati, sia automatici che ad inserimento di codice di verifica, per poter difedervi efficacemente. Chi usa un’antispam WordPress sarà al sicuro, mentre chi ha un sito “tradizionale” dovrà rivolgersi, se profano di programmazione web, ad un addetto del settore, che sviluppera un codice personalizzato di riconoscimento dello spam.